Il primo portale per le associazioni sportive nell’Alto Garda –



Articolo Pubblicato da Alto Garda Sport
Sul Garda Trentino gran finale dell’OpenSkiff Eurochallenge 2024

Tempo di lettura stimato: ( Numero parole: )

NOME CATEGORIA: News

Sul Garda Trentino gran finale dell’OpenSkiff Eurochallenge #1 della regata Internazionale RS Aero

OpenSkiff EuroChallenge: Tra i più giovani under 12 vittoria del portacolori del Circolo Vela Arco Samuele Piantoni. Nell’ultimo giorno diverse squalifiche in partenza compromettono la classifica finale OpenSkiff under 15: la spunta il francese Ganivet, secondo Gianluca Pilia; il polacco Staron ha la meglio negli under 17. Francesca Ramazzotti, Elias Nonnis e Nick Craig sul gradino più alto del podio assoluto RS Aero 5, 6 e 7.

Appuntamento a fine luglio per i mondiali Open Skiff: attese sul Garda 350 barche; le pre-iscrizioni aperte proprio in apertura dell’OpenSkiff Eurochallenge

Non si poteva desiderare un lungo week end migliore sul Garda Trentino per l’avvio della stagione delle regate al Circolo Vela Arco: tre belle e calde giornate di sole hanno portato un vento medio-leggero da sud, perfetto per chi durante l’inverno non è riuscito ad allenarsi più di tanto. La manifestazione, su delega della Federazione Italiana Vela e in collaborazione con la classe OpenSkiff e RS Aero nazionale e internazionale, si è svolta con lo spirito che contraddistingue tutte le regate di queste due classi, in cui divertimento, collaborazione, correttezza, rispetto e condivisione fanno la differenza. Sempre prezioso il lavoro dei tanti volontari che impiegano tempo e passione per le nuove generazioni di velisti.

Gli Open Skiff, imbarcazioni giovanili in cui il circolo organizzatore presieduto da Carlo Pompili ha creduto e investito con le proprie squadre agonistiche fin dalla nascita della classe, dopo qualche anno hanno avuto l’opportunità di rivedere a calendario una serie di regate internazionali, grazie alla ripartenza dell’OpenSkiff Eurochallenge, circuito che dopo la prima tappa del Garda proseguirà con gli appuntamenti di Polonia, Ungheria e Francia. La partecipazione con 170 timonieri da 10 nazioni (inclusa India, Nuova Zelanda e Stati Uniti) dimostra la vivacità della classe, che per i giovani rimane una bella opportunità di crescita sportiva, di belle soddisfazioni agonistiche, senza pressioni estreme. Durante tutte e tre le giornate è stata ospite dell’evento CJ Perez, arrivata da Honolulu (Hawaii-USA) sul Garda la prima volta in occasione dei mondiali di classe del 2017, a cui partecipò. Da quella volta di strada ne ha fatta, tanto che quest’anno per alcune occasioni è a bordo del Team USA del Circuito Sail GP, mantenendo quello spirito con cui si è approcciata alla vela nei primi anni di OpenSkiff!

Venerdì, inizio del bellissimo week end lungo, è stata forse la giornata con più vento (10-13 nodi), in cui tutte le classi e categorie hanno disputato 3 prove. Sabato solo gli RS Aero, partendo per primi, sono riusciti a chiudere la giornata con altre tre regate, mentre gli OpenSkiff (con il numero record di 171 al via) sia sabato che domenica hanno fatto due prove, tutte preziose occasioni di allenamento in vista del Campionato del Mondo (sempre organizzato dal Circolo Vela Arco) OpenSkiff in programma dal 28 luglio al 2 agosto prossimi.

Openskiff Eurochallenge

Vittoria in casa per il Circolo Vela Arco, che nella categoria under 12 ha vinto grazie alla performance di Samuele Pintoni, che non si è fatto abbattere dalla partenza anticipata della primissima regata, ma sicuro di sè è ripartito inanellando quattro vittorie consecutive e due secondi posti, meritandosi la vittoria finale davanti ad un regolare Fabio Serra (LNI Sulcis), protagonista di tre primi e due secondi come migliori risultati; due i punti di distacco tra i due, mentre il terzo, Gabriele Lizzulli (Circolo Nautico e della Vela Argentario), è rimasto un po’ più distaccato, con 8 punti dal secondo. Quarto e quinto posto per i polacchi Sowa e Grygolowicz. Brava Bianca Gorgerino, che si conferma competitiva: prima tra le ragazzine e sesta generale.

Sorpresa nella categoria più numerosa degli under 15 e under 17, che nella sesta e penultima prova, sono incappati in molte squalifiche per partenza anticipata. A rimetterci soprattutto il neozelandese Ewan Brazle, che avendo già scartato la squalifica presa nella terza prova, si è ritrovato un bel cumulo di punti nonostante i restanti quattro primi e un secondo. Per lui un 15° posto finale da primo che era: esperienza che gli servirà per il mondiale di quest’estate! Ne ha così approfittato il francese Charles Ganivet, ripagato della sua ottima regolarità (3-3-6-2-4-3). Secondo gradino del podio per il sardo Gianluca Pilia (CN Arbatax), otto punti dietro, terza la polacca Paulina Szczepa. Il podio (allargato ai primi 5 dato che nella classe OpenSkiff non fa distinzione di genere) prosegue con il quarto posto di Angelo Mario Di Vita (CV Sferracavallo) e del polacco Glowa, con distacchi importanti. Vittoria polacca negli under 17 con Hubert Staron molto regolare fino a dare 7 punti di distacco all’italiano Federico Poli (CN Rimini). Penalizzata da una partenza anticipata Anandi Chandavarkar, rappresentante dell’India, paese che ormai da un paio d’anni partecipa alle maggiori regate in Italia. A soli 4 punti, quarta assoluta, Vittoria Cartelli (CN Rimini) e quinto l’ungherese Szlalay.

Regata Internazionale RS Aero

Negli RS Aero 5 (il numero corrisponde ai mq di vela) vittoria assoluta di Francesca Ramazzotti (Veliamoci, Oristano) con un’infilata di primi, due secondi e un terzo nelle 8 regate disputate. Secondo posto, primo Under 17, di Enrico Loi (LNI Cagliari) e terzo assoluto, secondo U17 Mattia Monti (CN Rimini). L’inglese Adam Craig terzo U17. Vittoria femminile U17 di Chiara Sussarello (LNI del Sulcis). Elias Nonnis ha vinto tra gli RS Aero 6, primo under 22, secondo l’irlandese Van Maanen e terza assoluta Alice Sussarello (LNI del Sulcis), seconda U22. La flotta RS Aero 7, la più numerosa, ha visto una bella battaglia tra i primi due, il britannico Nick Craig e l’italiano (LNI del SUlcis) Filippo Vincis, che ha ceduto di soli due punti all’eclettivo velista inglese più volte campione del mondo della classe OK e protagonista in moltissime altre classi.
Terzo assoluto e primo master il tedesco Marcus Walther.

L’appuntamento dunque è per la classe Open SKiff a fine luglio con il Mondiale che potrebbe nuovamente battere il record di partecipanti, dopo quello raggiunto lo scorso anno a Rimini. Per il Circolo vela Arco sarà un appuntamento importante, sia a livello organizzativo che per la propria squadra agonistica, che giocando in casa, cercherà di conquistare qualche posto sul podio!

ADV by ALTOGARDASPORT

ADV by ALTOGARDASPORT

Comments

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *