Il primo portale per le associazioni sportive nell’Alto Garda



Articolo Pubblicato da Alto Garda Sport
Coppa Italia iQFoil 2022

Tempo di lettura stimato: ( Numero parole: )

NOME CATEGORIA: Eventi

Coppa Italia iQFoil 2022

Bel vento nel primo giorno della Coppa Italia iQFoil in programma al Circolo Surf Torbole: 5 regate e numerosa flotta soprattutto tra le categorie giovanili junior e youth

Inizio baciato dal vento per la 3^ tappa di Coppa Italia della neoclasse olimpica iQFoil, manifestazione in programma al Circolo Surf Torbole, sul Garda Trentino, fino a domenica. Venerdì le prime 5 regate di course con vento inizialmente sui 18-22 nodi, passati poi a 16/18 per scendere infine sui 10/12 nell’ultima prova di giornata.

Partecipazione caratterizzata da tantissimi giovani, così come non si era mai visto per una classe olimpica delle tavole a vela e quindi ottimi segnali per il futuro di questa disciplina che con il foil sta ritrovando nuova vita. Ed è proprio la categoria dei più giovani, quella “Youth, la più partecipata con 24 iscritti, a seguire gli junior con 19 e infine i senior con 18, tra cui la squadra azzurra al completo, che ha abbinato ad uno stage convocato dalla Federazione Italiana Vela iniziato il 12 luglio, la regata di Coppa Italia. E proprio in questa categoria dopo le prime 5 prove è in testa Luca Di Tomassi (recente bronzo ai Giochi del Mediterraneo) con un quarto, tre primi e una squalifica in partenza scartata; ma le regate sul Garda Trentino sono una buona occasione di allenamento per tanti atleti stranieri, che anche per questa occasione si sono iscritti a questa manifestazione: al secondo posto c’è infatti – ad un punto da Di Tomassi (SV Marina Militare)- il brasiliano Isaac Mateus; terzo l’altro azzurro Daniele Benedetti (Fiamme Gialle); Manolo Modena, under 21, è quarto overall senior confermando il suo costante progresso. I fratelli Renna, Jacopo e Nicolò a seguire, con Nicolò (Fiamme Oro), probabilmente un po’ scarico dopo l’oro ai Giochi del Mediterraneo, è partito subito bene con un 1-3-5, incappando successivamente in una squalifica in partenza anticipata, non partendo nella quinta ed ultima regata.

Tra le donne dominio di Marta Maggetti anche lei reduce da un bell’argento in Algeria (Fiamme Gialle), che con 5 vittorie è al comando davanti alla tedesca Steinlein e alla giovane Linda Oprandi (AWCaldaro). Prime due posizione tra gli udner 19 Youth di due atleti del Circolo Surf Torbole con Mattia Saoncella e Valentino Blewett, rispettivamente primo e secondo ad un solo punto di distacco. Terzo Luca Barletta di un altro circolo storico del mondo del windsurf, l’Adriatico Wind Club Ravenna, penalizzato nella prima prova da una squalifica in partenza.

Prima della categoria femminile un’altra portacolori del Circolo Surf Torbole, ma di Verona, Anna Polettini. Con quattro vittorie e un secondo tra i più giovani junior è Leonardo Tomasini, atleta del Circolo Surf Torbole vincitore al mondiale Formula Foil di categoria nel mese scorso, agevolmente in testa davanti all’altro campione sardo Federico Pilloni (WIndsurfing Club Cagliari); terzo il laziale Matteo Molentino (LNI Civitavecchia). Prima femmina Junior Carola Colasanto (Tognazzi Marine Village).

Mondiali giovanili: poche regate all’Aja per gli IQFoil; quarta Sofia Renna e nono Jacopo Gavioli

La trasferta ai Mondiali Giovanili World Sailing dei due atleti del Circolo Surf Torbole non ha portato grandi risultati, al di là della bella esperienza tra forti correnti e ahimè poco vento. Si è regatato solo due giorni sui cinque in programma e le possibilità di recupero sono quindi svanite per i due azzurri che hanno rappresentato l’Italia e il Circolo Surf Torbole per la disciplina tavole/iQFoil.

Peccato, perchè quando finalmente la flotta è tornata a regatare dopo il primo giorno, il recupero era iniziato bene con Sofia Renna avanzata di una posizione (da quinta a quarta e a 3 punti dal podio) e con Jacopo Gavioli da dodicesimo a nono. Ma non ci sono più state nè ulteriori regate, nè è stata espressa la varietà di discipline con alternative agli slalom disputati 1 solo course e niente marathon). Un’occasione persa, ma un’ulteriore dimostrazione che per vincere medaglie non bisogna sbagliare nulla fin da subito.

Classifiche >>

ADV by ALTOGARDASPORT

ADV by ALTOGARDASPORT

ADV by ALTOGARDASPORT

Comments

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *